Sofia, la startup che crea sistemi di controllo degli accessi

sofia_3Il passato: chiavi, sistemi RFID e sistemi di controllo accesso con filo. Il presente (e il futuro): lo smartphone e le persone che lo utilizzano sempre di più per governare le attività quotidiane. Sofia, la startup con sede a Lodi e che sarà protagonista a Smart Building Expo nello Spazio Startup, unisce il passato con il futuro sviluppando, integrando e commercializzando sistemi di controllo degli accessi basati su tecnologia mobile, iOS e Android.

Sofia è una filiale di Bottega52 Srl, dal 2014 società che opera nel mercato Internet of Things. È attualmente finanziata da TIM (Gruppo Telecom Italia), sostenuta da Cisco tramite il Cisco Spark Innovation Fund e da Microsoft attraverso il fondo BizSpark Plus. Con ISEO Serrature è in corso un partenariato industriale.

Sofia semplifica insomma l’adozione di tecnologie per l’automazione degli ambienti, soluzione particolarmente adatta per ambienti come gli hotel e gli spazi di coworking. Nel primo caso, tramite un’app messa a disposizione degli ospiti, è possibile personalizzare la temperatura della stanza e del letto, cambiare i colori delle luci, aprire e chiudere le tende e parlare con un assistente virtuale. Nel secondo, relativamente alle sale meeting e agli uffici, viene adottata una soluzione simile. Il tutto tenendo bassi gli investimenti per l’installazione della tecnologia.

In particolare, per il settore dell’hospitality Sofia commercializza Otello, la app che fornisce servizi a valore aggiunto per i Bed & Breakfast, gli appartamenti, gli agriturismi, attraverso smartphone. Otello è un prodotto che propone la possibilità di registrare gli ospiti, gestire le loro prenotazioni e generare e revocare le credenziali d’accesso da remoto all’interno delle strutture. Se siete stanchi di chiavi smarrite e tessere smagnetizzate, Sofia aiuta a cambiare il modo di gestire l’attività.

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
Iscrviti alla newsletter
Fte