Testimonianze a Smart Building Levante / prima parte


Fiera affollata e vibrante, incrocio di interessi e di idee, occasione di scambio e di apprendimento, Smart Building Levante ha rappresentato un momento importante per il mercato dell’edificio intelligente, sia dal punto di vista economico sia da quello della diffusione di concetti chiave che determineranno lo sviluppo futuro impattando sull’operatività degli operatori. Argomenti come il 5G e le sue applicazioni, come il cablaggio verticale e l’impianto multiservizio, il BIM e i sistemi di sicurezza hanno suscitato il grande interesse degli operatori, indicando che il bisogno di conoscere meglio i termini dell’innovazione è considerato come la condizione necessaria per crescere.

Nei due giorni di Smart Building Levante abbiamo raccolto tra i rappresentanti delle aziende e i relatori dei convegni testimonianze video. Questa è la prima parte delle interviste effettuate.

Più azione politica a favore dell’impianto multiservizio

Claudio Pavan, presidente nazionale Confartigianato Impianti, sottolinea la differenza tra infrastruttura fisica multiservizio, resa obbligatoria dall’articolo 135 bis del TU dell’Edilizia, e impianto multiservizio e lamenta la persistente mancanza di presa di coscienza sull’utilità di questa innovazione chiedendo un impegno più preciso della politica.

5G e la smart city

Gianni Sebastiano, head of strategy di Exprivia/Italtel, spiega come il 5G e la trasformazione digitale siano le risorse per offrire alle città e i suoi abitanti modelli e stili di vita consoni al fenomeno della concentrazione urbana.

Il porto 4.0

Ugo Patroni Griffi, presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale, spiega i motivi dell’investimento fatto per fare del porto di Bari un porto 4.0 grazie all’infrastruttura 5G.

Il valore aggiunto della distribuzione smart

Nico Nigretti, Business Development Manager di Acmei, leader di distribuzione nel sud Italia, spiega il percorso di evoluzione verso la professionalità del personale tecnico e della formazione rivolta alla clientela come valore aggiunto della società.

L’evoluzione nella domotica di CAME a Smart Building Levante

Vincenzo Acampora, capo area Sud, e Alberto Pontin, ufficio marketing, di CAME, illustrano l’evoluzione dell’azienda verso il mercato della building automation, dell’efficienza energetica e della sicurezza giudicando positivamente la presenza a Smart Building Levante.

Open-Eyes, l’intelligenza alla porta di casa

Alessandra Cislaghi della startup Open-Eyes presenta il videocitofono in grado di fare, per esempio, il riconoscimento facciale ed integrare varie funzioni domotiche grazie all’intelligenza open installata.

Condividi questo contenuto
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInPrint this page