Smart Building Expo, alcuni temi chiave

Il nuovo switch off della televisione, il Premio Smart Building, il progetto del portale web per il mercato dell’edificio smart sono alcuni dei temi che Smart Building Expo a Milano ha posto in evidenza.

Switch off

Sullo switch off molto è stato detto e molto se n’è discusso. Nel testo dell’ultima Legge finanziaria è stato infatti inserito l’obbligo di spegnimento delle attuali trasmissioni digitali terresti col passaggio al DVB-T2 entro il 2022. Il motivo è noto: fare spazio al 5G, tecnologia di connessione mobile di nuova generazione dalle prestazioni molto più elevate che potranno soddisfare anche le esigenze d’uso come i dispositivi Internet of Things. A cedere spazio sarà la TV digitale terrestre liberando la banda 700 MHz. La stima indica 40 milioni di apparecchi TV che dovranno essere adeguati con decoder esterno o sostituiti. A Milano abbiamo incontrato Marco Pellegrinato, vicepresidente di HD Forum Italia, che anticipa lo scenario (molto smart ed integrato) che si presenterà in seguito all’avvento del nuovo standard di trasmissione televisiva.

Premio Smart Building

Il Premio Smart Building, istituito nel 2016, è un’iniziativa che concepita per dare rilievo e visibilità al concetto di edilizia smart. Dopo l’edizione di lancio dello scorso anno, il Premio è stato arricchito con l’inserimento di categorie architettoniche specifiche e si è allargato anche ai prodotti innovativi per lo smart building con l’intenzione di dare visibilità anche all’aspetto dell’innovazione di prodotto, elemento fondamentale per lo sviluppo dell’economia legata all’edificio intelligente. Ecco chi sono i vincitori premiati a Smart Building Expo.

Per la categoria residenziale co-housing il Premio è stato assegnato all’architetto Gianfranco Marino per il residence iChiani a Gagliano del Capo (LE), progetto di residenza turistica, ispirato ai valori e ai principi del turismo sostenibile. Lavoro che ha implicato una progettazione e realizzazione all’avanguardia e che ha permesso al residence iChiani di essere il primo edificio con certificazione CasaClima Gold del Salento.

 

Per la categoria beni culturali mostre e musei il Premio è stato assegnato a Corde Architetti Associati per l’allestimento di MUSME, il Museo di storia della Medicina di Padova, istituzione museale che ha saputo unire a un rigoroso progetto scientifico, museologico e museografico un utilizzo sapiente delle più moderne tecnologie per trasformare la visita in una vera esperienza multisensoriale, in grado di coinvolgere il visitatore anche da un punto di vista emozionale.

 

smart building expoPer la categoria terziario/ufficio il Premio è stato assegnato a Atelier(s) Alfonso Femia per il nuovo edificio direzionale di BNL BNP Paribas a Roma Tiburtina che, al di là del valore iconico dell’architettura, l’edificio è frutto di una progettazione contemporanea, ovvero condivisa e plurale, che proprio in virtù della pluralità ha consentito di raggiungere l’obiettivo posto della certificazione Leed Gold Core & Shell grazie all’uso intelligente e massiccio della tecnologia.

 

smart building expoPer quanto riguarda invece i prodotti, il Premio Smart Building 2017 è stato assegnato, per la categoria industry a Open Sky con il sistema COMBO, nato da un progetto di ricerca e sviluppo in collaborazione con l’Università degli studi di Roma Tor Vergata e co-finanziato da un bando dell’Agenzia Spaziale Europea. Obiettivo semplice, ma non banale, è offrire alle realtà che dispongono di connessioni non all’altezza delle esigenze, uno strumento semplice ed efficace per migliorarle grazie all’integrazione di due tecnologie dotate di autonome infrastrutture (ADSL-Satellite, Wireless-satellite, ADSL-Wireless).

 

Per la categoria Startup il Premio è stato assegnato a Midori per NED. Nell’ambito dell’edificio intelligente è noto che uno dei principali driver è costituito dall’efficientamento energetico, che si ottiene anche con la cultura e l’informazione. NED è una innovazione che mira in modo semplice ed efficace (ed anche ludico) a dare consapevolezza all’utente del suo impatto sull’ambiente… e sulla bolletta. Christian Camarda, Ceo di Midori, spiega nella video intervista come funziona NED.

Il portale web per il mercato dell’edificio smart

A Smart Building Expo è stato presentato infine il progetto di portale web per i professionisti della filiera dello smart building. Una risorsa digitale ideata per offrire agli installatori le informazioni necessarie per la loro attività, un programma formativo per la loro qualificazione concordato con le aziende leader del settore ed un sistema di generazione di Ordini di Lavoro, mentre per le aziende costituirà un veicolo di comunicazione dei prodotti innovativi. Enrico Simoncini di EMA Project spiega le finalità del progetto.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn
Iscrviti alla newsletter