Premio Smart Building 2018

Efficienza energetica, riduzione dei consumi, BIM, progettazione del verde, sono tutti elementi di innovazione, ma qual è la reale innovazione? Qual è la linea di demarcazione tra il presente e il futuro della progettazione?

Premio Smart Building 2018

Governare l’edificio attraverso le tecnologie digitali, pensare l’edificio in un’ottica di connessione, questa è la vera rivoluzione per l’architettura del XXI secolo.

Smart Building, in collaborazione con la rivista The Next Building, promuove il Premio Smart Building 2018 per dare rilievo e visibilità al concetto di edilizia smart. Il Premio è rivolto a committenti, progettisti, costruttori che rendono possibile lo sviluppo dell’intelligenza dando forma all’innovazione nell’uso dell’edificio basata sulla rivoluzione digitale.

Il Premio, istituito nel 2016, promuove l’architettura smart attraverso la valorizzazione dei suoi attori e stimola la riflessione intorno al concetto di smart building come volano di criteri progettuali per il risparmio energetico, la gestione, il comfort e la sostenibilità ambientale.

Partecipa con il tuo progetto che guarda al domani

Invia i materiali entro il 15 settembre 2018 utilizzando il modulo che apparirà una volta selezionata la categoria. Se preferisci, invia il tuo materiale via email scrivendo a media@smartbuildingitalia.it riportando gli stessi campi del modulo e allegando il documento in formato .zip, .rar o .pdf

Scegli tra le seguenti categorie

Hotel e turismoIndustria d’autoreResidenziale multipiano

La premiazione avverrà a Bari in occasione di Smart Building Levante il 22 novembre

La giuria

Manuela Pelloso

Presidente Ordine degli Architetti di Vicenza

Diploma di Maturità Classica e Laurea in Architettura e abilitazione all’esercizio della Libera Professione. È stata ricercatrice presso l’ente autonomo la Triennale di Milano per il progetto RAPu in collaborazione con il comitato scientifico composto da docenti universitari (1996-1998). È libero professionista e si occupa di progettazione architettonica, di interior design e di design nel settore del lusso, in particolare accessoristica e nautica.

Roberta De Ciechi

The Next Building

Laureata in architettura, disegno industriale e arredamento al Politecnico di Milano è oggi responsabile del coordinamento editoriale, delle relazioni pubbliche e dello sviluppo in ottica social della rivista specializzata The Next Building.

Pasquale Capezzuto

Ordine Ingegneri di Bari

Laureato in ingegneria elettrotecnica. Ha svolto attività professionale libera fino al 1995 come progettista nel settore impiantistico e ha conseguito il diploma di Energy Manager dell’ENEA. Dal 1995 è ingegnere del Comune di Bari, nominato Energy Manager fino al 2016. Ha promosso e coordinato il tavolo tecnico per la redazione dello Studio per il Piano Energetico Ambientale Comunale del Comune di Bari e del Piano di Azione, è stato responsabile del procedimento e coordinatore del progetto Bari Smart City e del Patto dei Sindaci per il Comune di Bari e coordinatore del Programm Management Office SEAP e dell’Ufficio Bari Smart City. È stato referente nel progetto RES NOVAE del PON Smart Cities del MIUR, nel progetto Smart Metering dell’AEEGSi, nel progetto EFISIO del MISE per il progetto “Smart Lighting”. È membro per la Città di Bari dello Joint Programme Smarty City Advisory Board dell’European Energy Reserach Alliance. Membro del comitato tecnico del CEI 317 “smart cities” e del Gruppo di Lavoro Energia e Sostenibilità del Consiglio Nazionale degli Ingegneri. È esperto nel comitato scientifico nazionale del progetto ASSIST del G.S.E. È Consigliere Coordinatore della Commissione Formazione ed Aggiornamento. Dal 1994 è Presidente della Associazione Energy Managers di Bari.

Luca Baldin

Smart Building

Cinquantasei anni, laureato in Storia all’Università di Venezia. Dal 1993 al 1995 è stato segretario della Fondazione Giuseppe Mazzotti per la Civiltà Veneta, direttore fino al 2013. Dal 1997 al 2009 è stato direttore dell’associazione non profit Chorus. Dal 2001 al 2006 membro della giunta del Comitato Italiano dell’International Council of Museums, poi segretario fino al 2013. Ha diretto il Museo Casa Giorgione di Castelfranco V.to. Dal 2008 al 2016 è stato docente a contratto all’Università Ca’ Foscari di Venezia e ha svolto attività di docenza all’Università di Siena e all’Università Cattolica di Milano. Dal 2014 è project manager e amministratore dell’agenzia di Comunicazione e Marketing Pentastudio di Vicenza, svolgendo il ruolo di coordinatore di eventi come la Conferenza annuale di HD Forum Italia e di fiere come All Digital Smart Building al SAIE di Bologna e Smart Building Expo in Fiera Milano. Dal 2016 è coordinatore del Gruppo di Lavoro Smart Building di Anitec-Confindustria.

Ingrid Paoletti

Politecnico di Milano

È Professore Associato di Tecnologia dell’architettura presso il Dipartimento di Scienza e Tecnologie per l’ambiente costruito (BEST) del Politecnico di Milano. È membro del Comitato Scientifico del Dottorato di Ricerca in “Progetto e Tecnologie per la valorizzazione dei Beni Culturali”, è membro della giunta di Dipartimento e nel comitato tecnico del Laboratorio di Informazione Tecnica. È membro del CIB Task Group 57 in Industrialization in Construction e del IIMCP network sulla Mass Customization.

Emilio Pizzi

Politecnico di Milano

Ordinario di Architettura Tecnica al Politecnico di Milano con attività di insegnamento al corso obbligatorio di Progettazione Edilizia Integrata al secondo anno della Laurea Specialistica in Ingegneria dei Sistemi Edilizi e precedentemente al corso di Recupero e Conservazione degli Edifici, Architettura e Composizione Architettonica II, Tecnologia degli Elementi Costruttivi. Svolge presso il Dipartimento di Architettura, Ingegneria delle Costruzioni e Ambiente Costruito ABC l’attività di ricerca incentrata sui temi dell’Innovazione delle tecnologie e dei processi applicati al settore delle costruzioni con particolare riguardo a principi di ecosostenibilità ed ecocompatibilità e della progettazione algoritmica e computazionale. È consigliere della Fondazione Politecnico di Milano, membro del comitato scientifico della rivista Archetipo, presidente della sezione di Milano di INBAR Istituto Nazionale di Bioarchitettura, autore sulla rivista Costruire della Rubrica Architettura in Dettaglio relativa alla definizione di soluzioni conformi per la qualificazione dei processi edilizi. Nel 2008 fonda la società Emilio Pizzi Team Architects EPTA srl con sede in Milano. Tra le opere principali: l’ampliamento della Università di Veterinaria a Lodi con l’arch. Kengo Kuma, la sede universitaria del Politecnico e dell’Insubria a Como, la facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Trento con l’arch. Mario Botta, la Nuova Clinica di Malattie Infettive, Le torri delle degenze di Medicina e Chirurgia ed il DEA dell’Ospedale San Matteo in Pavia, il progetto della biblioteca delle facoltà umanistiche a Trento con Mario Botta, il restauro e risanamento conservativo per l’Istituto Diocesano di Sostentamento del Clero, le Torri Uffici MINEC a Vimodrone con Mario Botta, il restauro del Seminario Arcivescovile di Milano, la scuola materna di Via Brivio a Milano con l’arch. Ettore Zambelli, l’ampliamento del Teatro alla Scala con Mario Botta. È Commendatore della Repubblica Italiana ed insignito con l’Ambrogino d’Oro.

Vedi la pagina completa

I vincitori del Premio Smart Building 2017

Categoria beni culturali mostre e musei

Corde Architetti Associati per l’allestimento del Museo di storia della Medicina di Padova

Categoria terziario/uffici

Atelier(s) Alfonso Femia per il nuovo edificio direzionale di BNL BNP Paribas a Roma Tiburtina

Categoria residenziale co-housing

Gianfranco Marino per il residence iChiani a Gagliano del Capo (LE)