L’innovazione digitale per la cultura


Volendo allargare lo sguardo sulla digital transformation cui lo smart building è senz’altro uno dei cardini, segnaliamo l’istituzione del Premio Innovazione Digitale nei Beni e Attività Culturali da parte dell’Osservatorio Innovazione Digitale nei Beni e Attività Culturali del Politecnico di Milano. L’iniziativa «nasce allo scopo di creare occasioni di conoscenza e condivisione dei progetti che maggiormente si sono distinti per la capacità di utilizzare le tecnologie digitali come leva di innovazione e cambiamento nel settore culturale in Italia», spiega l’Osservatorio.

I beni e le attività culturali come “territorio” fertile di innovazione digitale, dunque, come già messo in evidenza dal Premio Smart Building 2017 con il riconoscimento proprio alla categoria beni culturale mostre e musei (ha vinto lo studio Corde Architetti Associati per il progetto del MUSME, il Museo di Storia della Medicina in Padova).

Per partecipare al Premio indetto dall’Osservatorio e candidare un progetto è necessario compilare la scheda di candidatura scaricabile qui e inviarla a chiara.sgarbossa@polimi.it. Il termine per la consegna delle schede è mercoledì 28 febbraio 2018. I vincitori saranno decretati in occasione del Convegno di presentazione dei risultati della Ricerca dell’Osservatorio, mercoledì 30 Maggio 2018 a Milano. Cinque i criteri di valutazione: grado di innovazione della soluzione; livello di diffusione; impatto; modalità di gestione del progetto, replicabilità della soluzione.

Condividi questo contenuto
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Print this page