La TV del futuro tra Hybrid e Digitale Terrestre


L’ibridazione tra televisione via etere e canali via internet, l’innovazione nella produzione e distribuzione televisiva di grandi eventi sportivi e il futuro del digitale terrestre oltre lo switch-off del prossimo mese.

Saranno questi i temi al centro dell’“HDFI Innovation Day 2022”, la conferenza organizzata da HD Forum Italia (HDFI), l’organismo di filiera che riunisce ventisei aziende leader nel settore del broadcasting, dell’audiovisivo e delle telecomunicazioni. Questo importante evento, dal titolo “Verso un ecosistema audiovisivo 5.0: infrastrutture, servizi e tecnologie”, si svolgerà venerdì 25 novembre presso le Officine Farneto a Roma (via dei Monti della Farnesina 77). Alle ore 10 è prevista l’apertura di un’area dimostrativa per la presentazione di nuove tecnologie e applicazioni della tv, mentre i lavori della conferenza inizieranno alle ore 14:30 con l’apertura del presidente di HDFI, Tonio Di Stefano (RAI), e un keynote speech di Antonio Arcidiacono (CTO & CIO dell’European Broadcasting Union), su “Communications Networks, Content and Technology”.

 

Il programma dell’“HDFI Innovation Day 2022” proseguirà poi con tre panel, moderati dalla giornalista Mila Fiordalisi, con la partecipazione di esperti e professionisti nazionali ed internazionali. Nel primo panel verranno analizzate le prospettive di mercato dell’“Hybrid Tv”: si spazierà fra le varie forme di ibridazione broadband della tv, dalle applicazioni dello standard HbbTV (Hybrid Broadcast Broadband Tv) associate al broadcasting tradizionale fino all’OTT (Over The Top). Il secondo panel offrirà invece un focus specifico sugli eventi sportivi in tv, che mantengono un elevato interesse per il pubblico e per gli operatori del settore, con una forte spinta all’innovazione: i grandi eventi come le Olimpiadi estive e invernali oppure gli Europei e i Mondiali di Calcio sono infatti il “booster” sia per il miglioramento e l’aggiornamento dei dispositivi dell’utente che delle infrastrutture di distribuzione. Il terzo panel infine affronterà il tema del futuro del digitale terrestre in Italia: il prossimo 20 dicembre si completerà la prima fase dello switch-off con la chiusura dei canali di bassa qualità basati sulla tecnologia MPEG-2 in vista dell’introduzione ormai prossima del nuovo standard trasmissivo DVB-T2.

“Con la cessazione delle trasmissioni del digitale terrestre in MPEG-2, tutte le emittenti stanno guardando al prossimo futuro con interesse e qualche preoccupazione”, ha dichiarato il presidente di HDFI, Tonio Di Stefano. “C’è anche attesa per le imminenti decisioni della World Radiocommunication Conference (WRC), organizzata dall’International Telecommunication Union (ITU), rispetto alla banda 600 MHz nella consapevolezza che, almeno in Italia, il digitale terrestre continua ad attrarre il grosso delle risorse pubblicitarie, sostenendone il mantenimento e persino lo sviluppo”.

L’“HDFI Innovation Day 2022” vedrà la partecipazione di partner industriali di altissimo livello. Saranno sponsor dell’evento Eutelsat, Lutech, MainStreaming, Mediaset, Dolby, Fastweb, Sisvel Technology e Tivù.
Nell’area demo saranno presenti gli stand di Lutech, MainStreaming, Mediaset e Tivù.
Media partner è la testata specializzata CorCom.

Per i dettagli del programma e le iscrizioni: www.hdforumitalia.it.

 

 

———————————-

HD Forum Italia è un’associazione senza scopo di lucro nata nel 2006 per promuovere, sostenere e diffondere l’uso di contenuti audiovisivi e multimediali, prodotti e tecnologie in Alta Definizione, Ultra Alta Definizione, 3D e altre soluzioni audiovisive evolute. Riunisce 26 organizzazioni e aziende leader nel settore dell’audiovisivo e delle telecomunicazioni: Dolby, EI Towers, Eurofins, Eutelsat, Fastweb, Fincons Group, Fondazione Ugo Bordoni, Fraunhofer IIS, Gruppo Industriale Vesit, Kineton, LG Electronics, Lutech, MainStreaming, Mediaset, Nagra, Panasonic, Persidera, Rai, Samsung, Sisvel Technology, Sky, Sony, TIM, Tivù, TP Vision. Ulteriori informazioni: www.hdforumitalia.it.