CAM e Building Automation


Nel contesto variegato della Building Automation, in particolare in riferimento ai sistemi di riscaldamento e raffrescamento degli edifici, sono attualmente in vigore i Criteri Ambientali Minimi (CAM). Riguardano, nel dettaglio, i servizi energetici per edifici, il servizio di illuminazione e il servizio di riscaldamento/raffrescamento, come stabilito dal DM 7 marzo 2012, pubblicato in G.U. n.74 nel 2012.

I CAM, requisiti ambientali ed ecologici definiti dal Ministero dell’Ambiente per indirizzare le Pubbliche Amministrazioni verso una razionalizzazione dei consumi e degli acquisti, forniscono le indicazioni necessarie all’individuazione delle soluzioni progettuali, dei prodotti o dei servizi migliori sotto il profilo ambientale.

Se gli acquisti verdi devono tener conto del ciclo complessivo di vita di un prodotto o servizio, l’efficacia dei CAM è assicurata per legge, definendo come le stazioni appaltanti nell’acquisto di beni e servizi, rientranti nelle categorie individuate dal PAN GPP, siano obbligate ad inserire nei bandi – a prescindere dal valore dell’importo – le specifiche tecniche e le clausole contrattuali individuate dai CAM.