Le infinite potenzialità degli edifici digitali, da esplorare con Qanteon


Digitalizzare gli edifici è l’obiettivo primario di Kieback&Peter. L’edificio digitale guadagna in efficienza e risparmio, aumentando il suo valore, affacciandosi a potenzialità e servizi inimmaginabili in un edificio tradizionale: controllo e comparazione dettagliata delle variabili, curve di trend e ottimizzazione, benchmarking, aumento efficienza tramite creazione di un gemello digitale e tanto altro.
Alla base di questo processo serve un software che colleghi le varie discipline dell’edificio e dia un senso alla miriade di informazioni che da esso provengono. 

In questo contesto si posiziona Qanteon, il software BEMS di Kieback&Peter che unisce in un’unica piattaforma la parte di building a quella di energy management. Un sistema integrato, senza barriere, flessibile e potente, nativo BACnet, il primo al mondo certificato BTL 1.20.  

“Qanteon ha grande potenzialità. È scalabile, sicuro dal punto di vista IT, e i nostri tecnici lo costruiscono su misura del cliente, che sia un complesso industriale o un piccolo palazzo uffici” dice Roberto Rossi, General Manager K&P Italia. “Ed è anche semplice e divertente da usare, adattandosi al profilo dell’utente che lo sta utilizzando, con varie modalità di rappresentazione”. 

La più grande installazione al mondo di Qanteon è quella nello stabilimento Mercedes a Pechino, in Cina, dove vengono prodotti più di 250.000 motori ogni anno. Con Qanteon viene gestita l’energia, l’utilizzo di acqua e la movimentazione dei rifiuti. Tutto l’impianto, compreso il BMS, deve essere garantito “failsafe”, in modo che nessun guasto o malfunzionamento possa sospendere o ritardare la produzione. 

Qanteon è sviluppato in ambiente Linux, con protocollo HTML5 e connessione HTTPS. In questo modo è sicuro e garantisce accessibilità a tutte le funzioni tramite browser.

www.qanteon.it