L’eccellenza delle startup a Smart Building Expo 2019

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInPrint this pageEmail this to someone

La lista di startup attualmente previste a Smart Building Expo, fiera dell’integrazione digitale in programma dal 13 al 15 novembre a Fiera Milano, Rho, è composta da sei aziende, che si stanno da qualche anno proponendo sul mercato delle tecnologie innovative. Presentiamo dunque le prime tre startup che prenderanno parte alla fiera del prossimo novembre a Milano.

COGNIMADE
Già presente a Smart Building Levante nel 2017, Cognimade prenderà parte anche all’Expo milanese di quest’anno. L’azienda di Segrate (provincia di Milano) è la creatrice di Envisense, dispositivo dalle dimensioni ridotte (è un box 7,5 x 6,5 x 2,5) dotato di tecnologia wireless capace di registrare diversi dati (calore, umidità, luminosità, presenza fisica, rilevazione fumo). Envisense è in grado di rilevare eventuali problemi all’interno di uno spazio chiuso e di lanciare un allarme immediato in caso si verifichino anomalie negli ambienti e nei dati rilevati. A esso è associato un altro prodotto Cognimade, Envicor, che svolge la funzione di raccogliere i dati prodotti da Envisense per inviarli a una rete aperta o chiusa, a seconda delle necessità.

“Stiamo continuando a promuovere i nostri due prodotti  – spiega Leonardo Costa, uno dei due ingegneri fondatori della startup – e siamo nel contempo al lavoro su un nuovo prototipo che dovrebbe essere pronto per la fiera. Si tratta di un convertitore di protocollo che elabora i dati ricevuti così da passare da una comunicazione cablata a una radio, in particolare da un cavo RS485 a un segnale radio LoRa.” “Partecipare a Smart Building Expo – continua Costa – è importante per aziende come la nostra, perché solo lì si possono acquisire nuovi clienti in gran numero, oltre a venire a conoscenza di nuove realtà e prodotti.”

 

1CONTROL

1Control è una PMI innovativa con sede a Brescia che da qualche tempo è entrata nel mercato con Solo. E’ un dispositivo, Solo, che permette di aprire porte e cancelli di casa, senza necessitare di alcun filo per essere installato. A tal fine basta l’apposita applicazione creata da 1Control: sarà sufficiente che il telefono rilevi il tipo di telecomando utilizzato per l’apertura automatica e lo Smartphone sostituirà il radiocomando. Solo è compatibile con oltre 700 radiocomandi, può collegarsi fino a quattro diverse porte o cancelli e può sincronizzarsi anche con l’Apple Watch o Siri. Non necessita di wi-fi; infatti, può essere utilizzato semplicemente con la rete bluetooth. L’applicazione permette poi di far utilizzare accessi temporanei ad altre persone (fornendo loro semplicemente il numero di telefono), e di controllare chi accede alla proprietà dall’applicazione. “Nel caso in cui il radiocomando non sia registrato nell’elenco di quelli disponibili, il cliente può contattare l’assistenza, e mandare foto fronte e retro per un’immediata verifica della compatibilità. – spiega Marco Galvagni, responsabile marketing di 1Control – Manchiamo di compatibilità con appena il 6% dei radiocomandi, i modelli più vecchi, ma siamo in grado di fornire una ricevente in parallelo che integri il vecchio telecomando e si connetta quindi al telefono.”

Solo sarà presente a Smart Building Expo con un nuovo dispositivo integrato: si tratta di Dory, una serratura smart che, installata direttamente nei diversi cilindri fisici delle serrature europee, potrà aprirsi sempre utilizzando l’applicazione di 1Control. “E’ stata la decisione di inserirci nel settore della sicurezza a portarci a Smart Building Expo – spiega ancora Galvagni – fiera assolutamente unica per confrontarsi con il mercato e farsi conoscere da altre aziende”.

 

E-LABOR@ SRLS

E-Labor@ è una startup fondata nel 2015 con sede in Puglia, a Taranto. E-Labor@ si è aperta al mercato con WaIoT, sistema legato alle automazioni di casa. Si tratta di un sistema intelligente che si può applicare alle tubature e agli elettrodomestici dell’abitazione, in modo da prevenire il suo allagamento, trattandosi di un’applicazione domotica che si occupa di mettere in sicurezza l’impianto idraulico. Il sistema è componibile, essendo una soluzione integrata da più elementi.

“Smart Building Expo favorisce l’incontro con altre realtà e aiuta ad avere un confronto sui progetti che stanno sviluppando al momento – chiarisce Alessandro Quarto di E-Labor@. –  Per noi poi il vantaggio è duplice: la manifestazione ci permette non solo di avere riscontri dalle altre realtà ma anche di aprire al mercato la nostra startup, che ha ancora dimensioni ridotte, raggiungendo possibili acquirenti. Per avere il nostro stand a Smart Building Expo abbiamo beneficiato di un bonus della regione Puglia, che ha favorito nel corso degli anni la partecipazione di realtà come la nostra a eventi di portata nazionale: così abbiamo individuato in Smart Building Expo ciò che faceva al caso nostro.”