Ampio servizio del Sole 24 Ore sullo Smart Building Roadshow di Roma

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInPrint this pageEmail this to someone

“Gli edifici, residenziali, commerciali, nonché quelli destinati alle comunità, devono oramai essere concepiti come l’ultima importantissima tratta della rete digitale diffusa che si va sviluppando nel nostro Paese. Concepire, progettare e realizzare edifici con funzionalità che li rendano nodi di quella rete, e che permettano al loro interno il più ampio sviluppo di servizi digitali evoluti, vuol dire creare un valore che sarà sempre più riconosciuto da cittadini, pubbliche amministrazioni, imprese e professionisti, con conseguente sviluppo del mercato”. È un estratto dell’intervento con cui Marco Gay, presidente di Anitec-Assinform, l’associazione degli industriali hi-tech, ha aperto lo Smart Building Roadshow organizzato il 4 giugno a Roma da Smart Building Italia in collaborazione con Ance, l’associazione nazionale dei costruttori edili. Il Roadshow ha ospitato inoltre gli interventi di cinque importanti sponsor: Honeywell Partner Channel, Loytec, Televés, Vimar e Cellnex.

Sono parole di Gay riprese puntualmente dal Sole 24 Ore, il più importante quotidiano economico italiano, che ha dedicato un ampio servizio a Smart Building Roadshow, evento di insostituibile rilievo nella formazione di tutti gli installatori, progettisti e addetti ai lavori coinvolti attualmente nella realizzazione di edifici “Smart”, e quindi intelligenti, arricchiti da un’infinità di applicazioni digitali e informatiche. Scenari e tecnologie di un presente-futuro su cui si sono focalizzati tutti gli interventi seguiti a quello di Gay, di fronte al folto pubblico che ha gremito la platea dello Smart Building Roadshow, magnifica anteprima della fiera Smart Building Expo, in programma a Fiera Milano/Rho dal 13 al 15 novembre prossimi. Prossimi Smart Building Roadshow l’11 luglio a Milano e il 18 settembre a Vicenza.

Nella foto: Marco Gay, presidente di Anitec-Assinform