Edo.io, la startup che ha digitalizzato le agende Moleskine

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInPrint this pageEmail this to someone

E arriva, ineluttabile, il momento della Moleskine digitale. Arriva peraltro non a caso, generato da una “Call”, un concorso di idee lanciato nel 2017 da Moleskine, il brand milanese che in appena vent’anni di storia ha occupato da protagonista il mercato delle agende, dei taccuini, dei vademecum da tenere idealmente in taschini prossimi al cuore.

Dopo quasi tre anni di attese e ricerche, il colpo di fulmine è scattato fra Moleskine e edo.io, arrembante e creativa azienda molisana di Isernia, startup dimostratasi in grado di realizzare quanto l’azienda dal nome francese, ispirato ai taccuini prediletti dallo scrittore inglese di culto Bruce Chatwin, teneva in cima ai propri desideri: un prodotto digitale tramite cui organizzare in modo innovativo tanto le attività personali che quelle professionali, garantendo quel connubio di “sentiment” e business alla base del successo di Moleskine.

Non è peraltro nuova al successo edo.io, azienda che richiama nel nome l’identità del suo fondatore, Eduardo Festa, a suo tempo divoratore di agende personali in cui appuntare pronostici e puntate dell’azienda di giochi e scommesse per cui lavorava come stagista, la Sisal. È di cinque anni fa il finanziamento di 150mila euro che ha saputo ottenere per i propri talenti creativi da parte di Tim Ventures, società del gruppo Telecom votata a investimenti nell’innovazione digitale.

Ma quest’ultima joint-venture segna un risultato di segno positivo anche per Moleskine, giunta a scegliere edo.io al culmine di uno specifico percorso di selezione condiviso con Digital Magics, business incubator leader del mercato italiano.