Delocalizzazione, south working e le muse inquiete

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInPrint this pageEmail this to someone

Condividiamo l’approfondimento di Securindex, media partner di Smart Building, sull’impatto della crisi sanitaria sul comparto.

Le tre Torri sembrano muse inquiete più che inquietanti, mentre pare si abbraccino domandandosi quale futuro le aspetti in una Citylife deserta e silenziosa come un quadro di De Chirico, con uffici occupati al 10%, negozi e ristoranti chiusi e centinaia di addetti ai servizi per adesso in cassa integrazione, poi chissà.
Intervenendo il 19 agosto al Meeting dell’Amicizia di Rimini, Alessandro Profumo ha dichiarato che Leonardo, di cui è presidente, prevede un taglio del 30% degli spazi necessari per i propri impiegati, in linea con quanto stanno valutando più o meno tutti i grandi gruppi industriali e finanziari.
Quali saranno gli effetti sulla vita delle persone, sul mercato immobiliare e sulle città di una tendenza che appare ormai irreversibile a livello globale? E quali sull’industria della sicurezza privata, direttamente coinvolta?

Leggi l’articolo su Securindex