Coronavirus: spazio alla Solidarietà Digitale

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInPrint this pageEmail this to someone

Il mondo della digitalizzazione a supporto di cittadini e imprese tra formazione, tecnologia, lettura e rete

Con l’emergenza COVID-19 non solo la salute degli italiani (e oltre) è a rischio e da monitorare, ma anche l’intero sistema economico, sociale e culturale del Paese, che tocca sia il giovane studente che il libero professionista, l’artigiano, l’imprenditore e il dipendente. Per questo motivo da qualche giorno si parla di Solidarietà Digitale: non un modo di dire, ma una vera e propria iniziativa intrapresa dal Ministro per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione, con supporto tecnico dell’Agenzia per l’Italia Digitale.

L’obiettivo è quello di ridurre l’impatto sociale ed economico del Coronavirus grazie a soluzioni e servizi innovativi.

Le iniziative, i servizi e le soluzioni disponibili hanno come scopo comune il miglioramento della vita delle persone che in questo momento si vedono costrette a cambiare le loro abitudini permettendo, ad esempio, di lavorare da remoto attraverso connettività rapida e gratuita e l’utilizzo di piattaforme di smart working avanzate.
Ma non solo: la Solidarietà Digitale comprende anche servizi volti ai singoli cittadini per permettere di leggere gratuitamente un giornale anche senza andare in edicola o un libro senza andare in libreria sul proprio smartphone o tablet.
Spazio anche al mondo della scuola e della formazione, con opportunità per restare al passo con i percorsi scolastici e di formazione, grazie a piattaforme di e-learning.

Tra i servizi e le soluzioni innovative alle quali è possibile accedere grazie all’iniziativa di solidarietà digitale anche Smart Tales, abbonamento gratuito per tre mesi ad una libreria di libri interattivi e animati creati da educatori che insegnano le materie STEM (Scienze, Tecnologia, Ingegneria e Matematica) a bambini dai 3 ai 6 anni.
Oppure Infinity, piattaforma di video streaming on demand del Gruppo Mediaset, che ha deciso di regalare due mesi gratuiti di prova del servizio, mentre Gruppo GEDI mette a disposizione 25mila abbonamenti alle sue riviste e ai quotidiani.
Spazio anche alla tecnologia, con esperti IT Microsoft a disposizione gratuitamente per permettere l’adozione di soluzioni di smart working, anche in mobilità, per PMI, imprese private e pubbliche, istituzioni e scuole, e Libro Parlato Lions offre download e ascolto di audiolibri in formato mp3 riservato alle persone con disabilità fisico-sensoriale o Dsa certificate.
Amazon offre gratuitamente webinar di formazione, della durata di un’ora e trenta, su materie STEM e destinati ai docenti della scuola primaria e secondaria di I° grado delle zone rosse, mentre Vodafone Business pensa a imprese, P.IVA e istituzioni per facilitare l’adozione del lavoro da remoto con un mese di utilizzo illimitato della connessione dati sulle SIM.

Per maggiori informazioni anche su come aderire: QUI