La nuova UNI alle applicazioni in cantiere

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInPrint this pageEmail this to someone

Nuova norma a servizio dell’edilizia. Obiettivo? Stabilire principi e struttura dei modelli di dati per oggetti da costruzione.

Ad aprile 2020 è stato adottato lo standard internazionale aperto ISO 1070303 “Industry Foundation Classes (IFC)” volto alla condivisione dei dati nell’industria delle costruzioni e del facility management. UNI ha adesso prodotto la nuova UNI EN ISO 23387:2020 “Modelli di dati per oggetti da costruzione utilizzati nel ciclo di vita dei beni edilizi – Concetti e principi” entrata in vigore solamente l’8 ottobre 2020.

Questa nuova norma stabilisce i principi e la struttura dei modelli di dati per oggetti da costruzione: è stata sviluppata per supportare i processi digitali, con formati leggibili dalla macchina grazie ad una struttura di riferimento che serve a scambiare informazioni su ogni tipologia di oggetto da costruzione (prodotto, sistema, assemblaggio, spazio, edificio, ad esempio), utilizzati per le varie fasi di lavoro.
La norma, inoltre, fornisce le specifiche di un modello di tassonomia che definisce i concetti dalla ISO 12006-3, e le specifiche EXPRESS con estensioni delle notazioni EXPRESS-G., ed emana le regole utili alla connessione tra i modelli di dati e classi IFC nei dizionari dati -basati sulla norma ISO 12006- cambiando l’approccio delle imprese di costruzione verso l’impiego degli strumenti digitali.