Efficientamento energetico: scuole in cima alle priorità


In arrivo fondi per l’efficientamento energetico con 15 nuovi progetti in Abruzzo

Con l’obiettivo della spinta all’efficientamento energetico, l’Assessore all’Ambiente Nicola Campitelli conferisce maggior enfasi ad un ambito da tempo in cima alle priorità nazionali e che, purtroppo, spesso subisce ancora rallentamenti importanti.
Così la Regione Abruzzo ha recentemente presentato i nuovi fondi stanziati proprio per l’efficientamento energetico degli istituti scolastici del territorio: le nuove risorse messe a disposizione permetteranno di assegnare budget utili a 15 nuovi progetti.

L’efficientamento energetico degli edifici pubblici è stato sempre un nostro obiettivo che abbiamo perseguito e perseguiamo con la massima attenzione – ha affermato ai media l’assessore – La dimostrazione è data dai risultati raggiunti con il bando diretto alle scuole regionali che ha esaurito in breve tempo tutte le risorse a disposizione e ha consentito di ottenere rilevanti risultati in termini di risparmio energetico e di emissioni.

Sono questi risultati che comportano non solo un importante impatto positivo per l’ambiente, ma anche una riduzione delle spese di energia per i comuni e il maggior confort termico per gli alunni della Regione.
Campitelli fa sapere che questi nuovi risultati emersi con il nuovo anno hanno messo in evidenza come fossero assegnate altre risorse, per oltre un milione e mezzo, in grado di consentire di finanziando altri quindici progetti nati con l’obiettivo dell’efficientamento energetico proprio negli istituti scolastici che, oggi più che mai – e non solo in questa regione – hanno bisogno di supporto ed investimenti, dal digitale alla sicurezza.

Stiamo lavorando anche reperimento di ulteriori 900mila euro che saranno destinati a completare l’intera graduatoria e mettere a disposizione degli alunni abruzzesi scuole migliori. Da ultimo, ma non per importanza, vogliamo evidenziare che questi cento interventi, oltre ai benefici diretti, comportano l’attivazione di altrettanti piccoli cantieri affidati alle sapienti mani di aziende e lavoratori abruzzesi che in questo difficile momento di stallo per l’economia hanno potuto lavorare con la consapevolezza di essere remunerati velocemente.

Tra i comuni beneficiari dei fondi si leggono Atessa, Barete, Rapino, Francavilla al Mare, Civitella Casanova, Crecchio, Pescara, Provincia di Teramo, Casalincontrada, Tollo, Nereto, Orsogna, Provincia di Pescara, Mosciano Sant’Angelo e Scafa.