Prosiel Tour, venti tappe e una mission: la sicurezza elettrica degli italiani

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInPrint this pageEmail this to someone

Un obbiettivo da raggiungere diffondendo fra gli addetti ai lavori il nuovo libretto elettrico. Che per Francesco Burrelli, presidente nazionale dell’Anaci, associazione degli amministratori condominiali, deve diventare una sorta di Bibbia consultata da proprietari e inquilini. Claudio Brazzola, presidente di Prosiel, sottolinea l’ampia rappresentatività dei relatori, a cominciare dalle prime tappe, il 7 febbraio a Genova e il 12 a Torino. Il 20 novembre sarà la volta di Bari, in occasione della fiera Smart Building Levante.

“Su trentamila incendi condominiali all’anno, seimila sono dovuti a corti circuiti per cavi surriscaldati, uno su cinque. Adesso basta” sbotta subito Francesco Burrelli, presidente di Anaci, associazione nazionale degli amministratori condominiali, professione che si calcola sia esercitata in Italia da oltre 300mila soggetti. “Ecco perché – aggiunge Burrelli – il nuovo libretto d’impianto elettrico deve diventare come la Bibbia di una volta, presente e, soprattutto, utilizzato, in tutti i condomini italiani. Il tema è talmente d’attualità che l’ultima volta in cui ne ho parlato durante un servizio del Tg2, lo share si è alzato del 15%! D’altra parte, siamo o no entrati nell’anno 2020? Ragione per cui certe colonne montanti a dir poco preistoriche non devono più esistere, ne va della sicurezza di milioni di inquilini. Compresi gli alunni delle 42mila scuole italiane ridotte in condizioni disastrose, se pensiamo che solo 200 all’anno vengono messe a norma”.

Colonna montante, è il momento di intervenire, fa capire il presidente di Anaci sfoggiando quel fare spiccio ed empatico con cui “buca” abitualmente l’audience di reti televisive dove lo invitano sempre più di frequente, e non solo per lo spessore mediatico del personaggio. Infatti si ritrova in buona compagnia a lanciare questo allarme visto che Prosiel, associazione costituita a livello nazionale per la promozione della sicurezza elettrica, vara un apposito tour sul tema “Gli impianti elettrici nelle parti comuni degli edifici”, venti tappe in tutto, una per ogni regione italiana. Obbiettivo del Prosiel Tour, di cui Smart Building è media partner,  è anche quello di lanciare fra impiantisti ed elettricisti il nuovo libretto d’impianto elettrico, aggiornato con tutte le ultime, fondamentali prescrizioni normative: prima tappa il 7 febbraio ore 9 a Genova, Villa del Principe (piazza del Principe 4), organizzata in partnership giusto con Anaci.

L’iniziativa è dettata anche dall’inizio di un triennio 2020-2022 caratterizzato dai bonus previsti per interventi sulle colonne montanti condominiali da un’apposita delibera, la 467/19, promulgata dall’Authority per la regolazione energetica, nota anche come Arera. Cifre che, a seconda della portata dell’intervento, vanno da 400 a 1.200 euro. E visto che il 2020, con i suoi 27 gradi “invernali” già raggiunti in Sardegna e la Finlandia priva di neve, si annuncia come uno dei più caldi di sempre, sarà bene attuare qualsiasi comportamento finalizzato a non arroventare ulteriormente il mondo in cui viviamo. “Con l’arrivo della fibra, che richiede spazio per altri cavi e connessioni – puntualizza Burrelli – nell’anno 2020 la colonna montante a norma di legge è diventata, se possibile, una necessità ancora più impellente. In Italia non si può continuare a fare finta di niente, come succede da ormai vent’anni, dal Decreto Presidenziale 380 del 2001, testo unico sull’edilizia dove l’articolo 15 è già illuminante su caratteristiche e funzioni della colonna montante”.

“È importante sottolineare l’ampia rappresentatività che è alla base di tutto questo Prosiel Tour – chiarisce Claudio Brazzola, presidente di Prosiel – a dimostrazione che sono incontri riservati ad addetti ai lavori il cui aggiornamento professionale in tema di sicurezza sta a cuore all’intera comunità civile”. Il programma di Genova è in tal senso chiaro. A Burrelli, che apre rappresentando Anaci su certificazioni e responsabilità negli edifici, seguono nell’ordine: l’ingegner Carmine Battipaglia, del Comitato Elettrico Italiano, un rappresentante del corpo nazionale dei vigili del fuoco e l’avvocato Clotilde Romagnoli, dello studio Sala, invitati a relazionare su normative, prevenzione incendi e aspetti giuridici del tema. La chiusura sarà invece affidata al coordinatore della commissione libretti della Prosiel, Claudio Pecorari.

“Non è un caso questa convergenza di voci sui temi della sicurezza elettrica che da sempre stanno a cuore a Prosiel – commenta il presidente Brazzola – perché viviamo nel pieno di cambiamenti climatici, e quindi economici e sociali, di grande impatto sui consumi energetici. Che aumentano in modo quasi esponenziale a causa del continuo moltiplicarsi di climatizzatori e condizionatori in funzione a pieno regime per mesi dentro milioni di abitazioni italiane, mentre nelle cucine prendono sempre più piede i piani cottura a funzionamento elettrico. Ci si espone quindi a sovraccarichi impensabili solo qualche anno fa, con la necessità di adeguarsi in tempi rapidi sul fronte della sicurezza. È un quadro dove le obsolete e pericolose colonne montanti dei condomini più vecchi devono essere rapidamente tolte di mezzo, e bene ha fatto l’Authority a incentivare questi interventi con i bonus previsti”.

Ne consegue un’attenzione più puntuale e severa ai condomini, edifici che, secondo i dati diffusi nel 2019 dalla Fiera del condominio sostenibile, in Italia sono intorno al milione e duecentomila, al cui interno si stima abitino circa 14 milioni di famiglie. “È ovvio che in un contesto del genere la figura dell’amministratore condominiale diventa al giorno d’oggi ancora più cruciale che in passato – osserva il presidente Burrelli. – Soprattutto perché è finito il tempo del lassismo e ogni amministratore deve tutelare nello stesso tempo la sicurezza dei condomini e la propria professionalità. Cosa che può fare solo aggiornando a norma di legge il registro condominiale prescritto dalla legge 220 del 2012, e al cui interno va rinvenuta traccia completa di ogni singolo impianto elettrico funzionante dell’edificio, con precise responsabilità per proprietari e inquilini”.

“Abbiamo stampato una prima edizione di cinquemila copie del libretto, e devono andare esaurite nel giro di poco tempo, appena quello delle prime tappe del Prosiel Tour, perché c’è bisogno di diffonderne molte di più – dichiara il presidente di Anaci, Burrelli. – Tanto per farsi un’idea della situazione, viviamo in un paese dove i cavi, molto spesso, non stanno nemmeno dentro la colonna, mia piovono giù da qualsiasi parte, essendo stati installati da singoli inquilini. In certi stabili di Roma è come viaggiare nella giungla. Con la conseguenza di vivere tutti nell’ignoranza assoluta delle basilari norme di sicurezza, come quelle riguardanti le prese a terra: migliaia di italiani camminano a piedi nudi per casa ignari di rischiare di restare folgorati a causa di prese non a norma”.

“Ma ora quest’anarchia deve finire, anche perché con l’avvento della fibra ottica i cavi stanno solo moltiplicandosi – continua Burrelli – La legge impone che amministratori e proprietari dei singoli lotti vengano coinvolti nella sicurezza dello stabile, che deve essere affidata a una colonna montante realizzata con tutti i crismi. Ora non ci sono più alibi: questo libretto dà agli uni e gli altri tutti i requisiti da rispettare per ogni installazione, ricordando che gli incarichi vanno dati in base all’articolo 2049 codice civile unito al 2043, significativamente denominato Culpa in vigilando, formula latina con cui si definisce la mancata sorveglianza nei casi in cui è dovuta”.

Norme e procedure relative a colonne montanti e impianti elettrici saranno al centro di tutto il Prosiel Tour 2020. Che, dopo la tappa del 7 febbraio a Genova, sarà il 12 febbraio a Torino e il 12 marzo a Udine. Seguiranno altri diciassette appuntamenti, compresi  quelli particolarmente significativi del 18 giugno a Milano in concomitanza con It’s Elettrica e del 20 novembre a Bari, in occasione della seconda edizione della fiera Smart Building Levante.

SCOPRI L’EVENTO SUL SITO DI PROSIEL