L’elettronica circolare al servizio degli edifici intelligenti: gli IoT edge computer sostenibili Tera


Il piano d’azione per l’economia circolare presentato dalla Commissione europea nel marzo 2020 indica il concetto di circolarità come “strumentale” per raggiungere l’obiettivo UE di neutralità climatica entro il 2050, indicando una serie di misure relative all’intero ciclo di vita dei prodotti.

Parte integrante del Green Deal europeo, il piano include regole per progettare i prodotti più durevoli, riutilizzabili, facilmente riparabili e riciclabili. Ciò è particolarmente vero per i prodotti elettronici, la cui progettazione deve essere orientata alla sostenibilità, per una maggiore durata degli stessi ed una conseguente riduzione di rifiuti.

La durabilità, l’interoperabilità, la costruzione modulare e la possibilità di upgrade in remoto sono alcuni degli elementi sottolineati dalla Commissione come strumentali all’allungamento della vita utile dei sistemi: si tratta esattamente di alcuni degli elementi distintivi delle soluzioni di Tera (ed in particolare dei suoi dispositivi di edge computing). Tutti gli edge computer IoT Tera sono infatti progettati tenendo in considerazione alcuni aspetti di “eco-design” in linea con l’approcci emergente di sostenibilità, in particolare essi sono caratterizzati da:

          •  facilità di riparazione / intercambiabilità dei componenti
          •  modularità e standardizzazione delle componenti
          •  aggiornabilità dei prodotti
          •  aggiornamenti di sicurezza e la durabilità
          •  reversibilità degli aggiornamenti software
          •  intercambiabilità e sostituibilità delle componenti

Gestire in maniera efficace edifici e impianti e contribuire all’implementazione di Comunità Energetiche, Autoconsumo Collettivo, sistemi di produzione virtuali UVAM può essere fatto in maniera ancora più intelligente attraverso l’utilizzo di edge computer sostenibili.

Visita il sito