Nasce Bravo Innovation Hub: si parte con turismo e cultura

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInPrint this pageEmail this to someone

L’acceleratore d’impresa per il Sud Italia, rientra nel Piano di azione per la diffusione di imprenditorialità e innovazione.

Nato a Brindisi, il “Bravo Innovation Hub” è a conti fatti il primo acceleratore d’impresa di Invitalia dedicato alle imprese innovative del Mezzogiorno.
Da qualche giorno, infatti, le startup interessate possono presentare domanda per accedere al bando dal quale saranno selezionate 10 imprese innovative per il programma di accelerazione 2020 negli ambiti di turismo e cultura.

L’Hub rientra nel “Piano di azione per la diffusione dell’imprenditorialità e dell’innovazione” Invitalia e del Mise, e propone programmi di accelerazione per velocizzare l’ingresso nel mercato delle imprese, che potranno così validare e sviluppare il modello di business, implementare fatturato, accedere al mercato dei capitali, intercettare partner strategici e commerciali.
Per la prima iniziativa nei settori turismo e cultura possono presentare domanda startup e microimprese con qualsiasi forma giuridica dal 1° gennaio 2016 e devono avere una sede operativa in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia.
Per partecipare basta inviare la domanda via Pec a finanzaimpresa@pec.invitalia.it entro le 12.00 del 3 novembre prossimo. Tra tutte le domande pervenute, Invitalia ne selezionerà 10 dopo aver valutato l’idea, le potenzialità dell’impresa e il suo team imprenditoriale.

Il programma di accelerazione “Bravo Innovation Hub +Turismo+Cultura” ha un valore di oltre 40.000 euro per ogni impresa, e comprende un contributo di 20.000 euro, di cui 15.000 erogati entro la seconda settimana dall’inizio del programma di accelerazione, e 5.000 a conclusione del programma di accelerazione. Compresi anche spazi di lavoro all’interno del Bravo Innovation Hub di Palazzo Guerrieri a Brindisi, formazione sulle competenze imprenditoriali, mentoring e coaching per lo sviluppo del prodotto/servizio, modello di business, tecnologia, comunicazione, marketing, raccolta fondi. Plus con assessment per identificare i punti di forza e le aree di miglioramento, una giornata di confronto con testimonianze nazionali e internazionali specifiche del settore turismo e cultura (imprenditori, ricercatori, esperti, ecc.), un evento conclusivo (demo day), durante il quale le imprese presentano il proprio progetto a CDP Venture Capital SGR e iniziative di business matching e open innovation