Enea: piano triennale per oltre 420 milioni di euro

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInPrint this pageEmail this to someone

Importante investimenti e assunzioni, con focus su smart city, green tech ed economica circolare

Investimenti per circa 420 milioni di euro in nuove infrastrutture e 280 nuove assunzioni con il potenziamento delle attività di ricerca, sostegno dell’innovazione e trasferimento di tecnologie avanzate.

Ecco i punti principali del Piano triennale Enea per il periodo 2020-2022

Efficientamento energetico, decarbonizzazione dell’economia, sicurezza del territorio, beni culturali, mobilità sostenibile, rifiuti smart city, misure di adattamento e di contrasto ai cambiamenti climatici, economia circolare e organizzazione delle spedizioni scientifiche in Antartide: sono questi i principali ambiti nei quali il piano si muoverà per i prossimi mesi.
Grande importanza anche alla realizzazione del polo scientifico-tecnologico nel Centro Ricerche di Frascati per sviluppare la macchina Dtt (Divertor Tokamak Test), nel campo della fusione nucleare.

Il Piano Triennale di Attività è documento programmatico strategico Enea volto ad illustrare gli obiettivi tra risorse finanziarie e personale ed è composto da un documento principale e due allegati.
Primi due capitoli del documento principale con grande spazio al quadro di insieme dell’Agenzia e analisi del contesto nazionale e internazionale sulla base delle Classi Anvur, in conformità all’atto di indirizzo del Ministro dello Sviluppo economico del 14 settembre 2017.
A seguire, strategie e obiettivi generali triennali e modalità di attuazione dei programmi con riferimento alle risorse umane, finanziarie e strumentali necessarie. Infine, approfondimento sui  fattori di rischio del Piano e sulle flessibilità che consentono la loro gestione.