Eni cerca partner privati per rendere “Smart” i condomini italiani

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInPrint this pageEmail this to someone

Se Eni Gas e Luce lancia in tutto il Paese il bando “Smart&Efficient Building”, per attingere idee innovative in grado di migliorare l’efficienza energetica e la sicurezza dei condomini, è semplicemente perché sa di poterlo fare. L’efficientamento energetico è infatti soluzione che implica un determinato approccio culturale, meglio se condiviso dalla comunità, e proprio l’Italia dimostra di averlo compreso. Lo testimoniano i numeri, a cominciare dalla diminuzione delle emissioni CO2 prodotte dagli autoveicoli: secondo un rapporto diramato da Unrae (unione nazionale dei rappresentanti degli autoveicoli esteri), durante il decennio 2008-2017 queste emissioni sono calate nel nostro Paese del 22%, passando da 144 a 112 g/km, in linea con i dettami della Commissione Europea, che ha fissato a 95 grammi al chilometro la misura da raggiungere entro il 2021.

È dunque la stessa Italia dei tre milioni di posti di lavoro attualmente offerti dalla Green Economy, secondo le stime del rapporto Green Italy 2018, quella a cui si rivolge questa “Call for Innovation” lanciata da Eni. L’appello, valido fino al prossimo 19 maggio, si rivolge a Start Up e piccole imprese impegnate nella produzione di soluzioni finalizzate a migliorare la gestione dell’energia e la sicurezza nei condomini, destinati a trasformarsi, attraverso processi del genere, negli Smart Building da cui sarà costituito a breve termine il tessuto urbano di metropoli e città italiane.

L’iniziativa, che prende non a caso il nome di “Smart&Efficient Building”, consente a Eni Gas e Luce di attingere al meglio del Made in Italy “Green”. L’obiettivo: avviare rapporti di collaborazione con quei soggetti privati a cui riferire i progetti ritenuti idonei a raggiungere, anche nei condomini, gli obbiettivi fissati dal PNIEC, il Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima, presentato alla Commissione Europea dal ministero dello sviluppo economico. Fra i target del PNIEC il 30% di energia prodotto da fonti rinnovabili entro il 2030. “Smart&Efficient Buildings” è organizzata in collaborazione con Digital Magics, incubatore d’eccellenza delle startup digitali italiane: una volta concluso il processo di selezione, gli esperti di Digital Magics aiuteranno i candidati a pianificare meglio lo sviluppo dei propri progetti.