Oltre duemila piccoli comuni hanno già aderito al progetto “Piazza Wifi Italia”


Sono oltre duemila, 2.035 per l’esattezza, i comuni italiani che, nel giro di un mese, hanno aderito al progetto “Piazza Wifi Italia”, lanciato il 26 febbraio scorso dal Ministero dello sviluppo economico (MiSE), avendo come obiettivo quello di permettere a tutti i cittadini di connettersi, gratuitamente e in modo semplice tramite l’applicazione dedicata, a una rete wifi libera e diffusa su tutto il territorio nazionale. I Comuni possono fare richiesta di punti wifi direttamente online, registrandosi sulla nuova piattaforma web, accessibile dal sito wifi.italia.it. Rispetto all’iniziale disponibilità di 8 milioni di euro, il nuovo stanziamento di 45 milioni di euro permette di portare nuove aree wifi gratuite in tutti i Comuni italiani, con priorità per i centri che hanno una popolazione inferiore a 2.000 abitanti.

Con la sottoscrizione del decreto da parte del ministro Luigi Di Maio, i lavori di sviluppo della rete su tutto il territorio nazionale sono stati affidati a Infratel Italia, società in-house del MiSE. Torricella Sicura, in provincia di Teramo, è stato il primo Comune in Italia (nonché il primo delle zone colpite dal sisma del 2016) ad attivare un punto wifi attivo nell’ambito di questa iniziativa. I successivi interventi stanno coinvolgendo, con un progetto dedicato, tutti i 138 Comuni colpiti dal terremoto che nel 2016 ha colpito comuni e territori di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria. Anche Anci, l’associazione dei comuni italiani, aderisce a “Piazza WiFi Italia”, promuovendo tra i suoi associati il progetto e le modalità di partecipazione, nel solco delle azioni di sviluppo locale mirate a invertire la tendenza allo spopolamento dei piccoli Comuni, il cui elevato tasso di digitalizzazione può invece risultare a favore di cittadini, imprese e turisti. D’altra parte l’impegno profuso da Anci in ambito Smart City è accessibile a tutti consultando, dove si reperiscono attualmente le schede tecniche di oltre 1300 progetti, inviate da comuni che hanno aderito al censimento Italian Smart Cities. Quest’ultimo costituisce il più completo punto di raccolta esistente in Italia sulle iniziative di innovazione urbana avviate da Comuni e imprese sui temi dell’efficientamento energetico, della mobilità sostenibile, dell’agenda digitale, dell’innovazione sociale, della governance urbana.

Le informazioni sui progetti sono inserite direttamente dai Comuni e dalle Unioni di Comuni iscritti all’Osservatorio Nazionale Smart City di ANCI, che ne coordina le operazioni in chiave collaborativa e di massima trasparenza. Per ogni progetto si hanno sempre i dati generali a disposizione: dal budget ai tempi di realizzazione dei progetti, dai destinatari del progetto al settore di riferimento, dall’impatto sociale ed economico alle condizioni di replicabilità, passando per i partner, lo stato di avanzamento del progetto, le amministrazioni coinvolte e molto altro. Maggiori informazioni e ulteriori dettagli del progetto sono presenti anche sui siti www.anci.it e www.infratelitalia.it.

Piazza Wifi Italia si candida a essere uno degli argomenti “sul tavolo” della Milano Smart City Conference in programma a Smart Building Expo (Fiera Milano/Rho 13 – 15 novembre 2019).

Condividi questo contenuto
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInPrint this pageEmail this to someone