Nuovo controllore Saia PCD3, perfetto per tutti gli standard IEC

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInPrint this pageEmail this to someone

Con il Saia PCD3.M6893, Saia-Burgess Controls (SBC) presenta il nuovo controllore “IEC” (conforme agli standard della Commissione Elettronica Internazionale) che segna l’ingresso in una nuova generazione della tecnologia PCD. Il controllore IEC offre sicurezza informatica, consente una programmazione con linguaggio di alto livello in conformità allo standard IEC 61131-3 e assicura la compatibilità dell’hardware con i moduli I/O e di comunicazione preesistenti. La combinazione fra la programmazione orientata agli oggetti, il linguaggio di programmazione di alto livello e la sicurezza informatica rendono il Saia PCD3.M6893 un controllore estremamente versatile per impieghi e infrastrutture d’importanza cruciale. Il controllore ad alte prestazioni IEC è particolarmente indicato per l’utilizzo nei sistemi di approvvigionamento idrico, nelle infrastrutture delle gallerie, in impianti di teleriscaldamento e teleraffrescamento e di produzione e distribuzione dell’energia.

PROGETTAZIONE SICURA ED EFFICIENTE

Il sistema operativo di Saia PCD3.M6893 include tutti i programmi applicativi e di comunicazione. È firmato e codificato per impedire l’accesso non autorizzato al sistema di controllo processi da parte di terzi. Il PCD3.M6893 è programmabile in conformità con lo standard industriale IEC 61131-3 per lo sviluppo applicativo e supporta tutti i linguaggi ivi definiti: blocco funzione, funzioni sequenziali, testo strutturato inclusa la programmazione orientata agli oggetti.

SICUREZZA INFORMATICA

Sulla base dello standard ANSI/ISA 62443 per la sicurezza dei prodotti per l’automazione industriale, le funzioni di sicurezza integrate di PCD3.M6893 assicurano un’operatività protetta insieme a un accesso sicuro a Internet e al cloud. I dati sono trasmessi e archiviati costantemente con un sistema di crittografia. Una gestione utente, in base ai ruoli, regola l’accesso non autorizzato ai dati. Al momento, la CPU è conforme al livello 3 di sicurezza informatica.

SUPPORTO MULTI-CONTROLLO IN UN SOLO CONTROLLORE

Il controllore permette l’integrazione semplice e diretta di un massimo di 14 interfacce di comunicazione. Grazie a questa importante caratteristica, i programmatori di applicazioni possono combinare protocolli diversi tramite IP e interfacce seriali secondo le esigenze. Questi comprendono il protocollo Modbus per la comunicazione con bus di campo, nonché il protocollo MQTT per le connessioni IoT e l’NTP per la sincronizzazione temporale dell’intero sistema. Sono inclusi anche i protocolli HTTPS con HTML5, OPC-UA e Profinet. Protocolli IEC come IEC870-5-104 e ulteriori integrazioni IT (FTPS, SMTP, CAN e BACnet) saranno inclusi nel progetto in una fase successiva. A livello di programma applicativo si possono anche realizzare protocolli personalizzati per il cliente.

CRITTOGRAFIA PER UNA MAGGIORE SICUREZZA DEI DATI

Il Saia PCD3.M6893 supporta schede micro SD fino a 32 GB e quindi offre ampio spazio di archiviazione per dati utente come trend log, cronologia di allarmi ed eventi e tutte le altre informazioni che vengono generate durante l’utilizzo. Il file system cifrato protegge i dati da accessi non autorizzati.

COMPATIBILITÀ CON I MODULI I/O PCD3

L’hardware del controllore è compatibile con i moduli I/O e di comunicazione esistenti. Questo assicura un funzionamento stabile e affidabile. Le installazioni esistenti possono essere connesse in modo sicuro al cloud ed ai servizi IoT (Internet of Things) e aggiornate alle nuove funzioni del controllore IEC.

Saia-Burgess Controls AG (www.saia-pcd.com) che sarà espositrice alla fiera dell’integrazione Smart Building Expo 2019, dal 13 al 15 novembre a Milano Fiera, Rho, è una società sussidiaria interamente controllata di Honeywell. SBC sviluppa, produce e commercializza componenti elettronici e sistemi di misurazione e controllo sin dal 1978. I prodotti hanno una durata utile estremamente lunga, con un ciclo di vita che arriva a 25 anni e sono usati principalmente nella gestione del riscaldamento, della ventilazione, del condizionamento e dell’energia e nei sistemi idrici. Un altro pilastro importante è la produzione OEM. SBC produce ogni anno circa 2 milioni di punti I/O, 35.000 CPU e più di 700.000 piccoli dispositivi elettronici, osservando sempre i più elevati standard di qualità. Con un fatturato annuale di 68 milioni di euro e più di 200 dipendenti, l’azienda svizzera con sede a Murten è un rinomato produttore di soluzioni per l’automazione delle infrastrutture.