Internet of Things: la Johnson Controls azienda dell’anno

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInPrint this pageEmail this to someone

L’americana Johnson Controls, leader globale nei prodotti e nelle tecnologie per gli edifici (come avvalorato dagli oltre trenta miliardi di dollari fatturati nel 2017), è stata nominata “Industrial IoT Innovator of the Year” da IoT Breakthrough, istituto indipendente che premia aziende, tecnologie e prodotti di eccellenza nel mercato dell’Internet of Things (IoT).

“È un onore essere premiati come leader nel settore IoT”, dichiara Sudhi Sinha, vicepresidente e general manager Digital Solutions di Johnson Controls. “Se da un lato siamo costantemente al lavoro per migliorare i nostri prodotti e soluzioni al fine di dare impulso all’innovazione, è altrettanto entusiasmante registrare un crescente interesse da parte di aziende che condividono la nostra visione, volta a far convergere i mondi fisico e digitale attraverso soluzioni software Internet of Things, basate sui dati”.

Il programma IoT Breakthrough Awards premia innovatori, leader e visionari di tutto il mondo in differenti categorie Internet of Things, tra cui tecnologie in campo industriale e aziendale, smart city e altre ancora. Il programma di quest’anno ha fatto registrare oltre 3.500 nomination a livello globale.

Johnson Controls Digital Solutions opera nel punto di contatto tra dati e business, collaborando con i clienti per ottenere informazioni al fine di rendere gli edifici più smart, incrementare i livelli di efficienza e offrire nuovo valore di business. Dall’utilizzo di dati ricavati dall’ambiente (sistemi dell’edificio e fonti esterne), alla scoperta di informazioni che permettono di risolvere eventuali sfide, la priorità di Johnson Controls Digital Solutions è soprattutto quella di aiutare i clienti a raggiungere i loro obiettivi di business.

“Non solo sopravvivere, ma avere successo dopo 130 anni è già un’impresa. Johnson Controls si distingue inoltre per come riesce a guidare la trasformazione digitale con la propria gamma di soluzioni digitali e IoT per l’industria”, afferma James Johnson, managing director di IoT Innovation.

Johnson Controls ha attinto alla propria esperienza in HVAC, controllo, gestione energetica, safety e security per favorire la trasformazione digitale dei clienti attraverso una gamma completa di soluzioni e piattaforme. In particolare, i risultati che hanno portato al premio “IoT Innovator of the Year” sono stati:

  • Digital Vault – Johnson Controls ha sviluppato e lanciato con successo un’avanzata piattaforma cloud digitale per l’acquisizione, elaborazione, analisi e gestione di informazioni aziendali relative agli edifici. La piattaforma è utilizzata come base per lo sviluppo di soluzioni che consentano di dare vita alla propria trasformazione digitale.
  • Enterprise Management – JEM, il sistema per la gestione di consumi, risorse, occupanti e canoni d’affitto, analizza in modo proattivo i dati dell’edificio a tutti i livelli dell’azienda. Implementata negli stabili di oltre 100 clienti con circa 2.000 edifici in cinque continenti nell’ultimo anno, questa piattaforma permette di identificare opportunità di risparmio e incremento di efficienza.
  • Connected Converged Security – Piattaforma di sicurezza digitale all’avanguardia, soprattutto per come cambia l’approccio alla security passando da reattivo e investigativo a predittivo e proattivo, sfruttando machine learning e intelligenza artificiale su dati provenienti dai vari sistemi – sicurezza, IT, building – oltre a feed di eventi, meteo e social media. Questa soluzione esegue la ricerca di minacce, ne studia i modelli e su questa base crea scenari di risposta, consentendo ai clienti di migliorare le operazioni di sicurezza e di consolidarle a livello globale.
  • Connected Equipment and Services – Soluzione che consente ai clienti di migliorare affidabilità e prestazioni dei propri sistemi attraverso machine-learning e diagnostica predittiva. È possibile ottenere risparmi ulteriori grazie alla manutenzione basata sulle reali condizioni degli apparati e ai minori costi operativi. Johnson Controls ha connesso oltre 1.600 clienti, 5.000 edifici e 75.000 sistemi attraverso queste piattaforme e soluzioni Internet of Things. Ogni giorno vengono generati, raccolti e analizzati oltre 175 milioni di campioni, con circa 7.000 utenti che beneficiano di queste funzionalità, risparmiando milioni di dollari a livello globale.
  • Central Plant Optimization (CPO) – Soluzione capace di sfruttare i controlli predittivi per ottimizzare i costi legati all’operatività dell’edificio sulla base di previsioni sulle prestazioni di apparati HVAC, esigenze di load dell’edificio stesso, cambiamenti meteo, numero di occupanti, accesso a risorse energetiche alternative e altro ancora. Consente di risparmiare in media tra il 10 e il 30% sulle operazioni dell’impianto centrale.

Fonte: Johnson Controls