Un workshop per formare gli Smart Administrator degli Smart Building


Cosa ci dice un evento come il workshop di ben quattro giorni, dal 13 al 16 marzo, riservato agli amministratori condominiali, organizzato in concomitanza con Made Expo 2019, la grande fiera milanese dell’edilizia? Che non esiste, né può nascere, Smart City senza gli Smart Building, gli edifici intelligenti che vanno a comporla, caratterizzati da standard sempre più elevati di connettività e automazione.

Di conseguenza, per gestire virtuosamente grattacieli e palazzoni Smart, destinati a mettere assieme decine, se non centinaia, di lotti abitativi, distribuiti fra appartamenti e uffici, occorreranno amministratori condominiali altrettanto digitalizzati e connessi: autentici Smart Administrator, caratterizzati da competenze precise e articolate in campi che spaziano dalla giurisprudenza all’informatica, dalla domotica alla progettazione edilizia, con particolare cura per il settore impiantistico.

A questi Smart Administrator, formati o “in progress”, si rivolge specificamente il workshop organizzato durante questa Fiera Made Expo, a Milano Rho, i. dall’Anapi, l’associazione nazionale degli amministratori professionali di immobili. Lo conferma un programma che prevede puntualmente, alle ore 15 di venerdì 15 marzo, l’intervento “Smart Building in a Smart City”, affidato a Luca Baldin, Project Manager di Smart Building Expo, massima fiera italiana sulla Smart Automation di città ed edifici, in programma sempre a Milano Rho dal 13 al 15 novembre prossimi. “La figura dell’amministratore condominiale – spiega Baldin – diventerà sempre più cruciale nella gestione di questi edifici, da affidare a professionisti in grado non solo di redigere bilanci e programmare lavori manutentivi, come è accaduto finora, ma anche di supervisionare la rete delle connessioni previste, di far applicare le sempre più specifiche normative sulla privacy, di aggiornarsi costantemente su tematiche in continua evoluzione come il risparmio energetico, le fonti di energia alternativa, la nuova mobilità urbana con le sue colonnine condominiali di approvvigionamento”.

A sostegno di quanto dichiarato da Luca Baldin, campeggiano i titoli di altri interventi, previsti in seno a questo workshop Anapi per futuri Smart Administrator, come “Privacy e videosorveglianza”, o “Il progetto Sharing Cities a Milano”, finalizzato alle emissioni zero. Fino a giustificare una giornata conclusiva, quella del 16 marzo, totalmente imperniata sul tema, provocatorio quanto fondato “Amministratore del futuro: Albo professionale sì o no”?

Condividi questo contenuto
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInPrint this pageEmail this to someone