Smart Installer 2.0 al via


C’è un futuro per l’installazione in Italia? Ce lo siamo chiesti molte volte, e la nostra risposta convinta è sì. Non perché lo diciamo noi, ma perché tutti gli indicatori lo confermano: l’avvento dell’e-commerce sta intaccando in modo marginale il ruolo di mediatore tecnologico dell’installatore ed anzi la grande distribuzione sta scoprendo il valore di un serio servizio post vendita. L’evoluzione tecnologica poi parla di sterminati pascoli che si stanno aprendo a chi saprà rimanere sul mercato: l’IoT, lo switch off prossimo venturo e la nuova televisione, le connessioni iperveloci e il 5G. Tutti temi che non a caso affrontiamo al Forum Smart Installer a Bologna e spendibili sul fronte dell’installazione professionale a condizione di possedere le competenze per comprendere, installare e spiegare queste tecnologie al pubblico finale.

Il programma Smart Installer, nel momento in cui è stato lanciato nel 2015, rispondeva a due esigenze semplici, ma reali: stimolare la formazione continua come premessa allo sviluppo dell’intera filiera e premiare chi si impegnava in tal senso, sia lato installatori che lato formazione.

La sua evoluzione oggi ha lo scopo prima di tutto di offrire formazione di qualità certificata nata dal dialogo tra esperti formatori, aziende e esperti di marketing. A seguire di aprire un canale diretto tra aziende produttrici – partner del progetto – e i professionisti, facendo incontrare la migliore professionalità con la produzione più avanzata e rispondendo con ciò ad una chiara esigenza di mercato.

Il nuovo punto di partenza del programma Smart Installer è semplice e non costa nulla: chiediamo agli installatori di esplicitare le competenze compilando il semplice modulo pubblicato nel sito smartinstaller.it e di tenerlo aggiornato, in modo tale da far sì che le aziende possano trovare rapidamente i tecnici che posseggono le competenze richieste.

Un secondo livello impone l’acquisizione di alcune competenze base ritenute indispensabili per una vera qualifica smart, fornendo gli strumenti per raggiungerle a chi non le possieda, attraverso l’attivazione di tre centri formazione ubicati al nord (Vicenza), al centro (Arezzo) e al sud (Bari).

Un terzo ed ultimo livello è quello che chiamiamo “Premium” e che rappresenta un pacchetto molto competitivo di strumenti (dalle giornate di formazione gratuite alla promozione sul web per finire alla priority nei rapporti con le aziende e ad una scontistica su strumenti di lavoro fondamentali) a disposizione di quei professionisti che mirino con decisione ad elevare lo standard dei propri servizi, avvicinandosi alla dimensione, sempre più necessaria del system integrator.

Per informazioni sul programma e registrazione cliccate qui.

Condividi questo contenuto
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Print this page