Dahua partner per la videosorveglianza dei Musei Vaticani


È una notizia di un qual certo peso quella che Dahua Technology Italy ha comunicato ieri attraverso i suoi canali social. «Siamo lieti di annunciare ufficialmente la sottoscrizione di un accordo quinquennale con il Governatorato dello Stato della Città del Vaticano – Direzione dei Musei relativo alla fornitura di prodotti di videosorveglianza».

«Per l’intera durata del rapporto contrattuale Dahua assumerà la qualifica di Partner Tecnologico dei Musei Vaticani, contribuendo in maniera significativa alla salvaguardia delle opere attraverso l’implementazione di un impianto all’avanguardia, potenziato dagli algoritmi di analisi avanzata integrati per monitorare i flussi di visitatori nel complesso museale, prevenendo eventuali criticità. La partnership con i Musei Vaticani rappresenta un traguardo di grande prestigio che testimonia la dedizione di Dahua Technology nel realizzare soluzioni ad hoc per i top end-user dei mercati verticali».

Non certo nuova a progetti di simile levatura – tra gli altri, le Olimpiadi di Rio nel 2016 – con questa partnership Zhejiang Dahua Technology Co., Ltd. consolida anche in Italia l’immagine di leadership globale nel settore della videosorveglianza grazie ad una progressione tecnologica partita con i classici sistemi per giungere alle soluzioni di sicurezza più complesse come l’HDCVI (brevettata nel 2012 e che per prima ha portato l’alta definizione nell’analogico), i trasporti intelligenti, il controllo accessi e il rilevamento termico, la videocitofonia e la tecnologia UAV. Un percorso di crescita alimentato dagli ingenti investimenti (solo nel 2017 oltre 300 milioni di euro) nella ricerca, l’innovazione e la progettazione di prodotti e soluzioni con il deposito dal 2016 di oltre 800 nuovi brevetti. Un crescendo che portato come risultato a diventare partner fornitore dei Musei Vaticani a tutela di tesori artistici di inestimabile valore.

Dahua Technology Italy espone a Smart Building Levante, a Bari il 22 e 23 novembre.

Condividi questo contenuto
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInPrint this page